Manifesto della Nullantropia

Mother walking in the dark with her son

  1. Che il silenzio delle stelle porti rumore nuovo
    dove anche la speranza smise i sussurri
    E le sbarre delle celle sussurrino passione
    che sia più grande dono questa reclusione

che reclusion non è, mai sarà, non se avvertita
ch’inclusion non è, non se  malassortita

e Rima liberata faccia luce sghembamente
sintattica morta, sintattica mente!

Metrica inutile, se non al senso del tamburo,
metrica futile, rimata al sole, al suo Cianuro
e amo il tuo veleno, quei colpi maldestri
la palla al cerchio, sinapsi ai canestri

e destrutturare palafitte, etico ingegno
e amalgamare  derelitte, etico impegno.

Sapore del Silenzio Null’ è prima di Suono

Sapore dell’Assenzio, cantato, 

le parole di Perdono

.

Precedente Tema in Classe Successivo Valori e Vampiri: Musica Maestro!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.